La storia del Riso 

 

 La storia del riso Ŕ lunga quanto Ŕ il mondo.

Su questo cereale,  che ha informato di sÚ

 non soltanto l'aspetto alimentare della civiltÓ

ma   anche quello religioso, filosofico e culturale,

di tradizioni e di notizie ce ne sono tante,

 alcune contrastanti. Tra tutte,

si cercherÓ di seguire una via alquanto lineare che si basa

 sulle notizie sicure o, comunque, su quelle pi¨ probabili.

  ╚ sicuro, ad esempio,

 che il vocabolo riso Ŕ un derivato della

 denominazione di lingue orientali con esiti fonetici differenti.

 Quel che pare certo Ŕ che dalle specie primordiali di

questa graminacea se ne siano differenziate una ventina.

 Solo due di queste hanno tuttoggi una certa rilevanza

 a scopo alimentare:

Oryza sativa, di origine asiatica, e Oryza glaberrima,

di origine africana. Dalla specie asiatica (Oryza sativa L)

sono derivati tre tipi: 1) Japonica, differenziatosi in Cina,

adatto a zone temperate, caratterizzato da un chicco corto,

da un contenuto in amilosio tendenzialmente basso e da scarsa sensibilitÓ al fotoperiodo.

Si tratta del pi¨ diffuso nelle nostre risaie. 2) Indica,

differenziatosi in India, caratterizzato da chicco lungo, sottile,

 cristallino, da un contenuto in amilosio tendenzialmente

alto e da sensibilitÓ al fotoperiodo.

Da questo tipo derivano i long grain

americani e il Basmati. 3) Javanica o Tropical Japonica,

 caratterizzato da varietÓ con caratteristiche intermedie ai due tipi precedenti, poco conosciuto in Italia.